Mignottopoli

"Alla fine ho ceduto" dice la Gregoraci nello spot ai due
co-protagonisti Pippo Baudo e Claudio Amendola che le chiedono preoccupati a chi abbia ceduto. Lei però spiega che si riferiva all'offerta di 3 e così i due tirano un sospiro di sollievo.

Forse sarò moralista ma non me la prendo con la Gregoraci, la procace valletta che avrebbe confessato di aver
"accelerato" la sua carriera televisiva inginocchiandosi -e non per pregare- al cospetto di un esponente politico di un certo rilievo. Quel che fa della sua dignità sono affari suoi.

Me la prendo con 3 che ha pensato di sfruttare una vicenda di malcostume così squallida.

Possiamo ancora meravigliarci se la pubblicità e il marketing abbiano una considerazione così negativa in
Italia, e siano in buona sostanza sinonimo di scorrettezza/fregatura?