Miopie del management (Galactica, un esempio da non seguire)

Ciao a tutti,

questa volta scrivo soprattutto come utente di
un servizio, che si trova di fatto escluso ma obbligato
a pagarlo.

Cerchero' di essere breve, anche perche' sono parecchio
incazzato e non ho piu' voglia di pensare alla disonesta' di certe persone
che spero la pagheranno un giorno, e io faro
di tutto perche' questo succeda (spero di vederli come
Zivago).

L'occasione comunque mi sembra buona per evidenziare
un caso di scarsa visione (e ignoranza), di una certa categoria
di manager italiani.

Il caso riguarda galactica e il suo abbonamento flatrate (galaflat).

Ho sottoscritto l'abbonamento a luglio 2000 e per i primi
mesi ha funzionato bene, con un rapporto modem/utenti di
1:5 (garantito da contratto), cioe' sufficiente a garantire
(come specificato sul contratto) la possibilita' di una connessione
24h su 24h.

Intorno a dicembre cominciano i problemi di connessione,
linea occupata, oltre 30 tentativi per connettersi e cose del genere.

In contemporanea la brillante iniziativa di galactica e' costituire una
sorta di semaforo che permette al navigatore di sapere quanto mediamente
naviga la giorno, ma il vero scopo e' di dare il "semaforo rosso" a coloro
che navigano troppo, e cercare di scaricare
la colpa dei malfunzionamenti sugli utenti, apparentemente colpevoli solo
del fatto di usare l'abbonamento nei modi che il contratto
permette!(peraltro io ero nei semafori verdi)

Questo e' il primo segnale, il primo velato abuso...

Ma la novita' peggiore e' arrivata il 23.02, quando e' stato comunicato in
maniera improvvisa il cambio di numero d'accesso (non piu'
800-410001, ma 800-330149). Io all'inizio ho pensato al
cambiamento conseguente ad un miglioramento delle linee
(e quindi ad una risoluzione dei problemi che ormai andavano
avanti da tre mesi), e invece sapete cos'era?
E' una ghettizzazione degli utenti che navigherebbero troppo, tutti
ammassati su un unico numero.

Il risultato e' che e' diventato impossibile connettersi, dopo oltre
400 tentativi (impostasione su ripetizione automatica in caso di numero
occupato), ieri sera non ero ancora riuscito a connettermi.

Galactica piuttosto che sospendere l'abbonamento senza prelevare piu' la
somma mensile, o restituendo il canone non goduto, pratica comune nel caso
vi sia un uso illegittimo da parte dell'utente (che in questo caso
comunque non c'era!), ha preferito confinare gli utenti non piu' redditizi
su un numero che di fatto gli impedisce la fruizione del servizio,
continuando pero' a prelevare regolarmente la cifra mensile dalla carta di
credito.

L'idea di essere stato messo in una sorta di black list mi irrita molto!

Mi sembra un'abuso e un'atteggiamento vessatorio che pagheranno prima di
tutto come immagine!

(che pubblicita' pensate che io, e molti altri utenti possiamo fare ad
un'azienda del genere? ve lo lascio immaginare...)

Questo mi sembra un fatto piuttosto grave, a livello di cultura e di etica.
Non stiamo parlando di semplici problemi di call center (che galactica ha
e piuttosto gravi), stiamo proprio parlando di presa in giro, trasparenza
inesistente, rispetto per le persone a zero, pessima cultura manageriale
e personale, etica sotto le scarpe, intelligenza latitante.

Galactica sta perdendo la faccia...per sempre, e sta rovinando il concetto
di flatrate in italia.

Dovrebbero vergognarsi!

Io ho tirato le mie conclusioni, che mi sembrano piuttosto esplicite,
lascio a voi tirare le vostre, i fatti mi sembrano chiari e non mentono.

Buonanotte
Sebastiano

p.s. ho avuto diversi problemi con Tin.it, anche con Dada.net
il primo l'ho semplicemente disdetto, i secondi tentarono di risolvermi i
problemi attivando in pochi mesi un numero alternativo per il mio
distretto (purtroppo non fu sufficiente, e anche in quel caso feci
disdetta), ma non mi era mai capitato di sentirmi
cosi' maltrattato per colpa dell'ignoranza di un provider, che
si spaccia come portatore di innovazione in italia.