motori di ricerca

Salve,

sono da poco iscritto alla lista e volevo avere conferma relativa al fatto
che qualcuno( Cinzia?) abbia inserito tutto quel testo per farsi
"indicizzare" dai motori di ricerca.

Bene.Avendo provato in prima persona la frustrazione dei motori di ricerca
ho potuto ,verificando ogni giorno e per mesi ,che la cosa piu' sbagliata
e' scrivere decine di volte le "parole chiavi" relative al contenuto del
proprio sito.

Anzi ,quando ho letto che era questo il sistema per poter essere meglio
indicizzati (ovvero apparire fra i primi 50 ) ho subito fatto proprio
questo, riempire righe con le parole che mi interessavano, risultato :

sono sparito da Yahoo e da Altavista .Infatti ho avuto modo poi di
verificare che ,e' vero che conta la percentuale delle"parole chiavi"
rispetto al testo, ma una ripetizione semplice e continua delle parole
chiavi minaccia una esclusione completa del sito dal motore di ricerca,
sopratutto se il testo ha un colore simile a quello di sfondo, ovvero non
leggibile dall'utente.

E' anche vero che ogni motore di ricerca indicizza i siti secondo un
proprio criterio e con tempi variabili da 7 giorni a 4 mesi, che in tempi
diversi i motori "eliminano" il sito segnalato fino ad una nuova
segnalazione (mediamente da 1 a 2 mesi i tempi di permanenza ), che non
tengono conto di pagine dinamiche ecc ecc.

Comunque ,e per finire un discorso interminabile ,un sito deve essere
"progettato" per rientrare nei motori di ricerca nelle prime posizioni e
per rimanerci ha bisogno di un continuo monitoraggio e intervento di altri
fattori che sono a cavallo fra il tecnico e il marketing.

Massimiliano Cianfarra
Webmaster
Http://www.orariovoli.com