netertainment

Ciao Elena, ciao Lista.

Vorrei rispondere a Valeria.

1) Io chiedo se non sia meglio farlo crescere, 'sto pupo, un pochino da
solo, dandogli fiducia Valeria preferirebbe la strada della non-delega.
Questo, se tutti siete d'accordo si traduce, nella realtà, a dire al
Cliente (maiuscolo!) "questa sarebbe una scelta sbagliata, così non va, lo
faccio così". Ma "così" funzionerà ? Siamo sicuri? Io lo leggerò?

2) Discorso snobista. Lo sono sempre stato in una giusta (secondo me)
percentuale. Mi ha sempre permesso di operare da un punto di vista
autonomo e originale.

3) Sono sicuro che il pagante non voglia il Trash-sito. Preciso: un sito è
trash anche se la gente si stanca a scaricarlo, non solo se è brutto.

4) Valeria si chiede se sia utopia da parte sua aspettarsi che "noi"
indirizziamo lo sviluppo in un modo bello utile intelligente.Anche io me
lo aspetto. Ma non sono le Major di InterNet che fanno i software? e i
router? e i PC? eccetera? Come possiamo intervenire se quello che si fa
può non essere fruibile per milioni di vecchi browser? Che (per me) lo sia
(utopia) è dimostrato dal fatto che ci si chieda chi lo possa fare. Vuol
dire che non c'è risposta, se anche un cervello intelligente non la trova.

5) Auspica una aumento della larghezza di banda. L'esperienza mi dice che
se non c'è base per il business esso non si sviluppa. La fibra che si posa
oggi deve servire a qualcuno. Il business si fa con i numeri. Grossi. Se
le aziende non credessero allo aumento dell'utenza non investirebbero. Ciò
presuppone uno sviluppo "purchessia" , e da quello una evoluzione che
diversificherà le offerte e permetterà la vita di aziende a livelli e
capacità diverse. Un tessuto economico. Altrimenti tutto crollerà.

../..
Riprendo dopo qualche giorno e sento che Umberto Santucci mi mette
(probabilmente) tra i dannati del girone degli avari (avidi ecc.) Sono
invece come lui, ho sempre pagato di tasca le mie posizioni "off". Credo
solo che sia presto per lottare su queste cose. Io ho molta fiducia nello
sviluppo della Rete, del suo uso e delle professionalità ad essa correlate.

Spero di non tediare. Elena, se è così, fai giustizia di questo messaggio.
Ottimo lavoro a tutti.

Riccardo Garavaglia
Partner ADeCOMM srl