New economy in tivvu' (MYTH EQUITY della New Economy)

Un saluto alla lista,

Noto nel disappunto dei diversi interventi per asterics e altre
rappresentazioni costanziane della New Economy una nostra consapevole
ingenuità..

Ci lamentiamo per la verità mal rappresentata, ma come uomini e donne di
marketing, siamo ben consapevoli del come e perchè questa rappresentazione
semplicistica passi in tivvù. (anche se non abbiamo letto Barthes).
Insomma, la "tivvù" (e non solo quella) vive di miti: il personaggio, la
nazione e il politico non comunicano tanto per quello che fanno e per la
notizia ma per valori e narrative collegate. E i miti hanno una certa
inerzia..

Questo non è un fatto positivo o negativo di per sè. Insomma esiste una
"MYTH EQUITY" della New Economy. E questo è un fatto di cui dovremo
acquisire consapevolezza, visto che le Brand Equity e il successo delle
aziende per cui lavoriamo dipende da questa. Anzi spesso quest'immagine è
stata usata, perchè è il modo più facile per far conoscere le proprie
iniziative a livello mass media.

(e devo dire di averla suggerita e fatta usare da tempo ad amici che
potevano rappresentare uno dei miti della new economy: giovani brillanti
con inaspettato e immediato successo). Non avessero usato questo luogo
comune la loro comunicazione sarebbe stata inefficace.

Il fatto che la "myth equity" in borsa e tra gli addetti ai lavori sia
oggi più bassa o diversa di quella televisiva è quello che in fondo ci fa
star male.

E questo significa che ormai con i diversi pubblici si comunica in modo
diverso, con miti, narrative e fatti diversi.

Questa myth equity della New Economy può forse essere influenzata e si
potrebbe fare molto per diffondere una cultura e una possibilità di
comunicazione più utile e vicina alla realtà. Certo dobbiamo fare
attenzione a che la rappresentazione della "gold rush" non sia soppiantata
da quella altrettanto falsa della "grande depressione". Non sarebbe male
discuterne..

Lasciatemi concludere con una citazione d'altri tempi ;-D :

E' la tivvù bellezza...

BR,
Fabrizio Giordan