On-line banking / on-line trading

Gentili partecipanti di MList,

ecco la mia esperienza con i servizi on-line per la gestione dei conti
correnti e dei depositi titoli della Banca Popolare di Bergamo
(www.lineattiva.it).

Nel Marzo del 2000 decido di aderire all'offerta della mia banca e
trasferisco i miei titoli sul deposito on-line che posso gestire con un
software in inglese (TAL) da installarsi sul mio PC. Il costo mensile è di
11,95 Euro, la commissione del 1,75 o/oo (per mille) con un minimo di 7,95
Euro.

Condizioni certo non strabilianti, già allora, ma decido di rimanere
fedele alla banca di cui sono cliente da anni ed accetto. Pochi mesi dopo
è l'ora del banking on-line, anch'essa a pagamento al costo
di 3,50 Euro mensili.

Nel Luglio del 2001 ricevo una e-mail nella quale la banca mi informa che
il costo del servizio trading on-line viene aumentato tanto da
raggiungere (per clienti che effettuano poche transazioni) la bellezza di
708 Euro all'anno.

Ma dove vivono costoro? Rispondo alla loro comunicazione contestando non
il merito, ma il metodo, cioè quello di penalizzare i vecchi clienti,
quelli che per primi hanno aderito e dato vita al servizio stesso. O
forse eravamo troppo pochi e non coprivamo i costi ?

Disdico la connessione, minaccio di ritirare tutti i miei spiccioli e cosa
ricevo come risposta? Un bel nulla! Nessun segno, spiegazione o scusa,
nulla!

Al di là di questo, c'è qualcuno che può spiegarmi come mai alcune
banche forniscono tali servizi praticamente gratis ed altre hanno costi
esosi come la mia banca?

Giuseppe (Pino) Tinti
pino_tinti@hotmail.com