Permission Marketing ed Amazon

Cari amici

ho notato come l'argomento del permission marketing sia diventato un
interessante motivo di dibattito non solo in questa lista ma, in generale,
nel complesso del panorama di mkt.

Amazon, secondo Godin, impersonifica il PM al punto che punta ad ottenere
il permesso a raccolgiere info sui gusti e sulle preferenze degli utenti
ad un costo, per il momento, elevatissimo. In pratica producendo perdite
da capogiro ad ogni esercizio.

Il business di Amazon, secondo Godin, arriverà quando l'azienda deciderà
di diventare casa editrice ed allora potrà "produrre" libri su bisogni
specifici e misurati (sui propri utenti), avendo unpotere di acquisto
enorme sugli autori e utili incredibili grazie ai bassissimi costi di
realizzazione di un libro.

Questa analisi non tanto mi convince: e' vero che la cura del cliente è
per Amazon una ragione di esistenza ma ritengo che questo sia dovuto alla
volontà di diventare "interlocutore di fiducia" per milioni di utenti nel
mondo. Per tante altre tipologie di acquisti: parto dal conoscere i tuoi
gusti in tema di letture e musica per arrivare a parlare con te anche di
TV, riviste, cultura, education, ecc. Una specie di canale di massa
personalizzato.

Voi cosa ne pensate?
Un saluto a tutti

Manlio Castronuovo - Marketing Manager
http://www.partner.it
Strumenti e servizi online per gestire e sviluppare la Piccola Impresa.
Newsletter, Forum, Chat, Area Riservata, Leggi di Finanziamento.