Piccolo sondaggio sugli instant messenger

Ciao a tutti,

qualche tempo fa abbiamo chiesto ad un po' di persone in diversi posti
online e non (newsgroup, forum, conoscenze d'ufficio), di dirci cosa
pensavano dei sistemi di Instant Messaging.

Abbiamo proposto il questionario sull’utilizzo degli Instant Messengers
(IM) ad un pubblico di utenti evoluti della rete, con l’intento di verificare la
rilevanza che questo strumento sta assumendo per un uso professionale e
privato e allo scopo di evidenziare le principali modalità d’uso.

Magari vi puo' interessare leggere i risultati (nel frattempo, se
volete, potete partecipare anche voi alla "fase 2" rispondendo al mini
sondaggio in home page di Mlist :-)

Cinque le domande presentate nel questionario, che richiedevano una
risposta aperta (RA) o chiusa (RC).

1) Che modello di IM usi?

Tra i vari sistemi di Istant Messaging il più utilizzato è ICQ. È il più
diffuso in ambito privato e lavorativo. Seguono MSN Messenger di Microsoft e Yahoo Messenger.
Una parte rilevante delle persone che hanno risposto al nostro questionario
dichiarano di utilizzare anche Trillian, che permette l’integrazione di IM
diversi tra loro. Ciò risponde all’esigenza, sentita da molti, di potere
“incontrare” interlocutori con sistemi differenti attraverso un’unica interfaccia.
Immaginiamo però che Trillian non sia altrettanto diffuso presso un
pubblico non esperto della rete.

2) Indica almeno un motivo per cui lo preferisci ad altri.

ICQ è particolarmente apprezzato per la sua diffusione, ma anche per la
possibilità di mandare messaggi mentre l’interlocutore è off-line. Un’altra
caratteristica molto apprezzata è la possibilità di mantenere uno storico delle discussioni, creando così utili archivi di messaggi.
Gli altri IM sono scelti non tanto per una particolare funzionalità o
caratteristica tecnologica, quanto per la necessità di comunicare con interlocutori che li adottano.
Di MSN Messenger in particolare non piace il legame con l’email, che viene
percepito come un vincolo.

3) Quali sono i "bisogni" che l'IM risolve?

L’utilizzo degli IM ha introdotto una serie di “usabilità” nella
comunicazione interpersonale. Innanzitutto un notevole risparmio di tempo, permesso dalla possibiltà di verificare la presenza online dell’interlocutore ricercato, e dal contatto in tempo reale.
In ambito professionale, soprattutto quando più persone lavorano su un
progetto comune, è particolarmente apprezzata la possibilità di utilizzare l’IM per realizzare collaudi/verifiche di procedure in tempo reale, senza spostamenti fisici.
L’IM dunque raggruppa in un unico strumento le caratteristiche “real-time”
tipiche del telefono e la possibilità di archiviazione tipica dell’email. Altro
benefit rispetto al telefono è l’abbattimento dei costi.

4) Quali "miglioramenti" potrebbero aiutarti ad utilizzare meglio l'IM? In
che modo migliorerebbero l'utilizzo?

I “desiderata” più comuni in termini di funzionalità degli IM riguardano
l’inserimento delle funzionalità di videoconferenza, l’interconnessione con gli SMS, e in chiave più professionale, l’implementazione di chat 1to1 dal sito (customer care) che non richiedano che l’interlocutore abbia un IM istallato.
La necessità al momento più urgente riguarda comunque la realizzazione di
uno standard comune che permetta ai diversi IM di comunicare tra di loro.

5) Se per assurdo non esistessero IM, quale sarebbe il sostituto ideale?
(RC)

Se regredissimo nella tecnologia il sostituto ideale sarebbe per la
maggior parte degli intervistati l’e-mail, seguita dall contatto interpersonale (live) e dal telefono.

Alla prossima!

Elena


Elena Antognazza
icq:4560666
www.mlist.it
la lista sul webmarketing
www.powered.it
la lista sul webdesign