Pop up e pop under?

Ho passato la mattinata a leggere articoli sull'efficacia della
comunicazione pubblicitaria on line e sinceramente mi accorgo che anche in
questo caso nessuno sembra avere le idee molto chiare (qualcuno diceva che
la statistica serve all'analista come il palo all'ubriaco; comunque lo vedi
ti ci puoi sempred appoggiare!).

Mi spiego meglio (e brevemente). Alcuni sostengono che i pop (up o under
che siano) sono una cosa fastidiosa, che limita la libertà dell'utente e
che l'utente stesso ha sviluppato una specie di skill per vedere le
finestre di pop senza realmente leggerne il contenuto. Altri invece le
utilizzano e dicono che soprattutto nel caso di pop under, si ottengono
degli ottimi ritorni di visibilità del prodotto o sito pubblicizzato. Che
cosa ne pensate?

A me l'idea di parlare di pop up e pop under fa sinceramente venire in
mente qualcosa di brutto di fastidioso. Dopotutto i primi ad usare queste
tecniche sono stati i siti XXX, La comunicazione in rete sta passando
velocemente da una tecnica PULL a una tecnica PUSH. Cioè l'utente è sempre
più soggetto attivo nella decisione delle informazioni. Allora perchè
dovrebbe accettare di subire la visone di contenuti invasivi e cui non può
sottrarsi.

Scusate per la lunghezza ma vorrei la vostra opinione. Non è piuttosto
meglio produrre pubblicità "indiretta" offrendo contenuti su siti
specializzati? Nuovo media nuovi modi di fare pubblicità!

Lelio Faieta


02.88.27.700
380/5255408


http://www.eptaconsors.it
http://www.eptatrading.com
http://www.eptafund.it