Progetti "aperti", modelli di business e imprese ..

salve e complimenti a tutta la lista,

siamo nuovi del settore e sicuramente si vedrà.... vorremmo sottoporvi
qualche riflessione/domanda.....se banale confidiamo in Elena che vorrà
cassarci in anticipo ..... ;-)

coltiviamo dei progetti che prevedono la rete come strumento peculiare....
la lettura di alcuni capitoli del libro di Linus Torvalds e alcuni
interventi su questa onorevole lista (es. in contenuti on line) ci hanno
aiutato a focalizzare un' po' alcune idee che però, per molti versi,
restano ancora indeterminate.... forse qualcuno può prestarci la sua
lente...

Per venire al dunque abbozziamo uno scenario.....

I metodi dell'open source applicati al web marketing:

Internet offre lo spazio e lo strumento di comunicazione ideale per
proporre ed implementare progetti imprenditoriali "aperti" a cui ognuno
può contribuire con le sue conoscenze, creatività, capacità tecniche.
Il brain storming ed i confronti possono avvenire in modo trasparente e
consultabile anche da chi non partecipa attivamente (ovviamente il
copyright resta degli autori).

I progetti possono restare tali e servire da esempio e consultazione,
trovare una vita propria venendo realizzati dagli autori attraverso
strutture create ad hoc (auto finanziate o con investitori esterni),
oppure realizzati da imprese esistenti che eventualmente acquisteranno i
diritti su quanto prodotto dai singoli e utilizzato direttamente (testi,
siti, programmi ecc) oppure contratteranno gli stessi come consulenti.

Sui metodi di lavoro:

Certo, non è facile coordinare gli apporti, "fare insieme" invece che
limitarsi ad esprimere opinioni ... soprattutto quando non si sa se e che
tipo di riconoscimenti troveranno i nostri sforzi...

Il successo di un'iniziativa commerciale (ma anche non profit) in Internet
dipende da fattori complessi ed eterogenei. Difficile combinarli se si è
in molti, ma i risultati migliori in ogni settore si ottengono, però, con
l'apporto del maggior numero di teste e con il controllo del maggior
numero di occhi possibile.... è stato dimostrato che ci sono forti
motivazioni (compresa quella di farsi conoscere) per cui migliaia di
persone hanno partecipato a progetti open e, come insegna lo stesso linus,
non è detto che non si riesca ad assorbire positivamente il contributo di
tutti e non è vero che open source e lavoro remunerato siano due realtà
inconciliabili.

Secondo voi è possibile avviare progetti open anche nel vostro settore?
... magari a progetto avviato imprese ed investitori interverranno ...
(anche a fare le parti di lavoro + noiose..) altrimenti sarà stata
comunque un'esperienza ed un confronto interessante.. motivazione magari
non tanto diversa da quella che forse muove anche gli apporti alla lista
...

Quali sono secondo voi i limiti di applicazione dei metodi di lavoro
dell'open source nel vostro settore?

... parlo di metodi di lavoro, essendo ovviamente il concetto di software
open source cosa diversa e non applicabile in quanto tale ad un progetto
di marketing o a un modello di business.

Si può costruire l'impresa virtuale e poi creare o trovare l'imprenditore
... o vari imprenditori?

L'avvio di progetti open con la partecipazione di esperti di marketing
potrebbe dare impulso anche all'open source propriamente detto creando
anche la necessità di nuovi software?

Spesso si dice che l'offerta di programmi open è ancora troppo basica ma
che le possibilità di sviluppo sono potenzialmente illimitate.... se solo
si coinvolgessero le imprese ed il mercato con nuovi progetti.

ciao a tutti

Roberto Nardone

www.voxidea.com
...diamo voce alle idee!