Registratore di cassa e E-commerce

Ecco quanto dichiarato dal Ministro per le Attività Produttive Marzano e
da me letto al seguente link:

http://www.itnews.it/?t=a& r=l20011123133816438&cs=Pa nEngine/

"Trasformeremo il registratore di cassa in un terminale per l'e-commerce,
così negozi e supermercati saranno gli hub della new economy".

"Utilizzeremo fondi regionali e statali ma anche i commercianti saranno
chiamati a compartecipare finanziariamente al progetto. Credo che si
tratti di un piano congeniale alla struttura economica del Paese, visto
che esiste una delle più capillari reti di distribuzione al dettaglio".

Un paio di considerazioni che possono essere fonte di discussione:

1) Chi si occuperà di piani di sviluppo per estendere l'e-commerce alla
rete distributiva tradizionale è a conoscenza delle problematiche
organizzative, tecniche e tecnologiche che questo comporta?

2) Si vuole affrontare l'argomento seriamente oppure stanziare dei fondi è
sufficiente per dire che "ce ne siamo occupati"?

3) Vogliamo ammettere che le competenze di chi vende al dettaglio non sono
sufficienti per vendere su internet così come un cultura net-based non è
sufficiente per avviare un'attività di e-commerce?

4) Vogliamo ammettere che neanche tra 10 anni tutti i negozi venderanno
prodotti su internet? Che solo chi è riuscito a specializzarsi sarà
concorrenziale sul mercato online?

5) Che speranze di incrementare il proprio business avranno i commercianti
con il loro e-registratore di cassa? E quale sistema pratico verrà
adottato? Sarà un super-mega-portale di tutti i negozi che non hanno
ancora fatto investimenti in rete?

Associazioni di categoria e Governo ancora una volta devono dare un
contentino alla categoria dei commercianti, che se hanno dallo loro la
capacità e l'inventiva per procedere con le loro aziende, mancano però di
validi supporti finanziari e formativi.

Marcello Bramante
ProntoSpesa.it - la spesa dove sei tu.®
mail: marcello.bramante@prontospesa.it