Restyling Web

Buon giorno a tutti

Mi trovo di fronte ad un situazione interessante.

Disquisendo con uno studio di comunicazione, accenno al fatto che
dall'anno prossimo Explorer 7 sarà più compliant con gli standard w3c.
Sinteticamente: se un sito ora si vede bene su ie e male su firefox
dall'anno prossimo anche Explorer visualizzerà male il sito.

Si decide così di pianificare una proposta di restyling/aggiornamento a
potenziali clienti.

Il primo step ovviamente e' stato l'analisi della situazione attuale.
Mi viene così affibiato un bell'elenco di siti di aziende in zona (per la
cronaca: nordest) da recensire.

La lista e' composta di 87 siti di aziende dagli ambiti piu' disparati.
Un campione statistico sicuramente non eccelso ma, pur sempre indicativo.

Ho classificato i siti con le seguenti nomenclature e relativi parametri.

1. Bello

  • sito aggiornato con gli standard di programmazione attuali
  • la grafica è allineata ai trend degli ultimi 5 anni
  • il sito risulta usabile seguendo le dottrine attuali
  • il complesso rende giustizia al marchio che rappresenta
  • 2. Medio da 98

  • Ha grafica e programmazione risultano datate
  • Nel complesso le informazioni sono fruibili (nonostante alcuni
  • vizi di forma che andavano all'epoca) e i valori del marchio
    non sono stati presi a sassate dallo sviluppatore.

  • Nota: Ovviamente buona parte di questi siti e' stata fatta
  • molto dopo il 98...

    3. Brutto da 98

  • Come sopra ha grafica e programmazione risultano datate
  • In compenso il sito risulta la sintesi dei PEGGIORI vizi di
  • forma dell'epoca (intro in flash boriose, musichette ributtanti,
    menù scomodi, sito non indicizzabile da google ecc...) e
    prendono a sassate il marchio.

  • Danno problemi con firefox, dal 2007 li avranno anche con Explorer
  • 4. Terribili

  • Realizzazione de facto amatoriale, come se fossimo nel 96
  • Non si salva nulla sotto nessun aspetto, sia esso dal punto di
  • vista dell'utente, che da quello del marchio.

  • Danno problemi con firefox, dal 2007 li avranno anche con Explorer
  • Una volta compilato adeguatamente il foglio di calc tiro fuori le statistiche.

    Non mi aspettavo certo che ci fossero miliardi di siti in CSS Zen garden
    style oppure web2.0 andante, ma a conti fatti:

    1) 47,67% dei siti rientrano nella categoria "Terribili"
    2) 17,44% risulta "Brutto da 98"
    3) 20,93% si becca il "medio da 98"
    4) 13,95% sopravvive per meritarsi un "bello"

    Dentro le prime categorie citate troviamo aziende la cui presenza web
    ritengono evidentemente trascurabile.

    Posso anche essere d'accordo sulla questione che, fintanto che produci
    nastri trasportatori puoi non avere un sito all'ultima moda, anche se per
    lo meno avere il nome del prodotto spiderabile mi sembra il minimo
    sindacale.

    La questione comincia a farsi spinosa per un prodotto che ha tutto il
    diritto (se non l'obbligo) di una confezione prestigiosa quanto il
    packaging: lo spumante ed il vino.

    Date queste premesse, ecco le domande da un milione di dollari:

  • Su che elementi fareste leva, per convicere il cliente a riprendere in
  • mano il sito, nell'ipotesi di ampliarlo anche a livello funzionale?

  • Se l'avete fatto, come ci siete riusciti ? (se potete per cortesia,
  • specificate la categoria merceologica dell'azienda)

    Grazie a tutti.

    --
    V I S I O N - X
    skype vision-x
    msn vision-x@vision-x.it
    web http://www.vision-x.it