Ricerche di mercato via cellulare

ciao Elena, ciao Lista.

circa una settimana fa mi è successa una cosa alquanto strana, almeno per
me.

ero al parco e mi squilla il cellulare. un numero riservato. rispondo e
con mia grande sorpresa una signorina dall'affabile voce si presenta come
impiegata dell' istituto nazionale di ricerche (così almeno mi sembra di
ricordare) e mi chiede se gentilmente ho qualche minuto da dedicarle.

Resto interdetta, poi accetto (in fondo sono al parco, non perdo del
tempo), ma la prima domanda la faccio io: "posso sapere come avete avuto
il numero?" Mentre formulo la domanda sto cercando di far mente locale sul
come e quando e a chi avrei potuto fornire i miei dati, ma la risposta
della signorina è alquanto spiazzante: "Semplice: il computer ha generato
il numero casualmente". Alla fine l'indagine di mercato finisce prima del
previsto perchè "non ero in target".

Ora mi (e Vi) chiedo: E' legale questa forma di raccolta dati a fini di
marketing? Posso arrivare a capire (ma mal tollero) i sondaggi telefonici
quando il numero di telefono in questione è un numero fisso, presente
sull'elenco abbonati e per questo pubblico, ma su un numero di cellulare,
personale per di più, e con un metodo di acquisizione dei dati del tutto
aleatorio e soprattutto al di fuori del mio consenso?

Aspetto pareri, Buona serata

Sara Vicario