Segnali deboli

Cari di lista,
cara Elena,
avreste mai immaginato, appena 24 mesi fa, lo stravolgimento economico globale (tutt'ora in corso) che ha costretto milioni di individui mai toccati prima da crisi alcuna a mutare radicalmente comportamenti ed acquisti?
Dovendo individuare un simbolo di quanto sopra, non posso non pensare al caso Hummer, ai veicoli cioè da sempre compagni fedeli tanto dell'americano escursionista quanto di conquiste e vittorie (Desert Storm, Iraq) di un paese che non contempla sconfitte, mai.
Il marchio in questione è passato recentemente in mano cinese perchè in patria in pochi potevano ancora sostenere gli elevati consumi che certe cilindrate comportano. Fa davvero strano immaginarsi gli Americani far di conto dinanzi ad un distributore di benzina, eppure è successo...
Se tutto andrà come qualcuno ha previsto, forse li vedremo presto circolare addirittura in 500 o in Panda (magari gpl), come degli squattrinati Italiani qualunque.
Ma è presto per dirlo.
E' indubbio che dinanzi alla rapida mutazione socio-economica (azzarderei anche comportamentale-esistenziale) in corso occorre cogliere per tempo, e seriamente, tutti i segnali deboli del mercato in evoluzione. Con buona pace dei trendsetter d'assalto alla "lapo"...
Buona estate a tutti
TZ