Seguire la scia o no? (lungo)

Vorrei proporvi una questione sulla quale stiamo discutendo da un bel pò...

Una società che si occupa di web-design e consulting, con un brand non
ancora affermato, nella scelta grafica e quindi comunicativa del proprio
sito web dovrebbe "imitare" la massa seguendo la scia che ha fatto
tendenza? parlo dello stile grafico 2advanced, con impaginato centrale,
classica foto in mezzo con effetti animati sopra, menu e testo...?

Questo vuol dire mettersi in coda a tutti quelli che hanno già fatto lo
stesso stile di grafica ma vuol dire anche fare una cosa di cui si ha la
certezza che piaccia, perchè è uno stile molto utilizzato e come si
dice..va...

Quindi un sito complesso, con mille foronzoli che cerca di acchiappare il
cliente-utente, facilmente impressionabile?

O è più giusto puntare sulla unicità, ricercare un'idea nuova, uno stile
minimalista, puntare sull'immediatezza della comunicazione, sempre
utilizzando una struttura grafica accattivante, tentare di shockare
l'utente, come è successo un pò per le campagne Benetton...quindi
distinguersi dalla massa?

In breve sono queste le questioni;

La prima ha il vantaggio che si segue uno stile già affermato e quindi il
cliente utente non dovrebbe far fatica a essere avvolto da esso, forse una
persona poco esperta del web però potrebbe rimanere poco atratta da un
sito con mille fronzoli hi tech...

Il punto debole del secondo è che spesso uno stile ricercato non viene
percepito nel modo giusto e forse l'utenza-clienti italiani non sono
pronti ad accettarlo? o forse solo un'azienda con un Brand affermato può
permettersi di fare certe cose? Un esempio di quello che parlo è il sito
della famosissima agenzia pubblictaria (http://www.b-swing.com/) , il
loro sito a mio avviso è straordinario, va subito al sodo...ma come ho
detto, una società con un brand non affermato, può permettersi di fare
ciò..di distinguersi così? e il clienti italiani sono pronti per questo?

Il punto di forza invece della seconda ipotesi è che ci si distingue dalla
massa...non si entra in scia delle mille e infinite copie...e si dà un
qualcosa di unico e di immediato...e se va bene...beh....va bene!
Ma il pericolo che il messaggio di professionalità, dato da uno stile
minimalista, può dare una sensazione di..:"ma questi non sanno fare
niente..." ed escono dal sito ancor prima di aver visto quello che si sa
fare...preferendo un sito "di quelli che vanno di tendenza ora..."

Tra i due...chi la vince? la copia in scia o uscire fuori dalla massa
osando?

Vorrei delle vostre cosiderazioni, specialmente su come reagirebbe un
cliente davanti alle due tipologie...

Secondo me oggi c'è bisogno di immediatezza..e il cliente aprezza tale
fattore...ma forse non è pronto per certe cose...un cliente si affiderebbe
più al sito di http://www.e-commedia.net/ (secondo me è un pò la prima
tipologia che ho descritto, cmq piacevole...) oppure osare, rischiando su
una cosa sullo stile di http://www.dreamless.com/ o il sito sopra citato
di saatchi?

Spero che aiuterete a chiarimi un pò questo concetto non semplicissimo.

Come sempre, un saluto a tutti e buon lavoro!
Martin Benes