Sfondare nella new economy in Italia, guardando l'America? (era "facciamo pulizia")

Paolo Bonsignore scrive:

In America (ci vivo, non lo so per sentito dire...) avviene il
contrario: ti abbracciano sulla porta e ti dicono "Ti compro!".
E infatti le e-rivoluzioni sono partite tutte da qua, combinazione...

Ok, gli Usa sono arrivati prima. Ci hanno insegnato molto e la libera
imprenditoria li' trova tutti molti supporti (finanziari, strutturali e
formativi) e le defiscalizzazioni che per noi qui sono un bel sogno. Poi
bisogna vedere *quale America*: saprai meglio di me che c'e' una bella
differenza fra l'interno del West Virginia e la costa californiana da San
Francisco a S. Diego.

Ma torniamo in Italia ed oltre a fare l'avvocato del diavolo, vorrei anche
sottolineare quello che forse, anche nella New Economy, ci salvera' la
vita...

Come giustamente dici anche tu:

L'alternativa e' una sola: i "palluti" (scusate la franchezza) si aprono
una PMI e si combattono la loro battaglia,

Ecco, qui non concordo:

eroi quotidiani che raramente
avranno la vera opportunita' di sfondare.

Ahem.. E la Old Economy non ci ha insegnato niente?
Le Pmi italiane sono state sinora quanto di piu' valente sia stato
creato sul mercato. Nel nostro paesucolo, ci sono Pmi leader mondiali in
molti settori. Sono oltre 3.000.000 di *persone pallute*
che ne reggono 55.000.000, comprese le pensioni di quelli che c'erano
prima.

Credo fermamente che la Pmi sia anche adesso un modello vincente.
Pero', nella new economy, le pmi ci si devono muovere con maggiore
competenza. Devono conoscere anche loro, bene, i nuovi strumenti.
(E nuovi trend, nuovi mercati e nuova concorrenza).

Faranno lo sforzo che hanno fatto i loro bisnonni quando si passo' dai
carri agli autocarri: bisogno' pur imparare a mettere la benzina, invece
che la biada e ad usare il volante, invece che le briglie.

Forse in 50 anni le cose cambieranno. Quando le elite locali perderanno
il controllo dell'unificato territorio economico, novita' e rivoluzioni
verranno fuori in ogni possibile paesino (no...Tiscali non basta a farmi
credere all'Italian Dream...).

E qui concordo in pieno con Paolo.
Tempo e know-how possono fare miracoli: quando c'e' piu' conoscenza c'e'
anche piu' liberta' di scegliere. E' VERO che ci sono le elite:
massoneria, politica, feudatari, valvassori e valvassini che controllano o
cmq influenzano le opportunita' ed il business. Non sempre dove c'e'
potere c'e' competenza (parte del ritardo del ns sviluppo e' dovuto
all'incapacita', ad esempio, di cogliere i finanziamenti comunitari (lo ha
detto anche Ciampi giovedi 9. E si parla di migliaia di miliardi, mica
noccioline.. Immaginate quanta formazione e quanti supporti operativi allo
sviluppo ci si facevano?).

Ergo: nella staticita' di una cultura amministrativa italiana che non
da' all'imprenditoria (ne' tradizionale ne' web) i supporti necessari ed
anzi, talvolta la ostacola, sapere ANCHE come "spaziare altrove" non puo'
fare che bene. E per sapere tocca sudare.

Alessandra
www.alessandrarossi.com
Strategie in Formazione e Comunicazione