Si ferma Interlex

Il direttore di Interlex [http://www.interlex.it/] Manlio Cammarata
annuncia nell'ultimo numero la pausa forzata.

Non si sa per quanto tempo. Eppure Interlex è (era?), a mio parere, una
web-rivista ben fatta e interessante.

Eppure stenta, non ce la fa. 500 mila pagine viste al mese pare non siano
sufficienti per tirare a campare.

Deduzioni?
________________________________________
Ci fermiamo qui
di Manlio Cammarata - 14.02.02

Questo è "l'ultimo" numero di InterLex, almeno in questa forma di
settimanale di informazione e commento.
Le dimensioni che ha raggiunto questa rivista (qualcosa come 2.000 pagine
on line e oltre 500.000 al mese di diffusione, in costante crescita)
impongono un ripensamento dell'intera struttura editoriale.
(continua dalla prima pagina)
Sono passati quasi cinque anni dal primo numero e sette da quando fu
concepito il Forum multimediale "La società dell'informazione", la prima
discussione sul diritto delle tecnologie apparsa sul Web italiano. La
trasformazione del Forum in rivista ha segnato un passaggio importante,
non solo perché InterLex è stata il primo periodico via internet
formalmente riconosciuto come tale dall'ordinanza di un tribunale, ma
soprattutto perché ha allargato a un pubblico molto vasto la conoscenza
di una materia fino ad allora confinata in uno stretto ambito di addetti
ai lavori, fra l'altro più dediti alle dotte disquisizioni dottrinali che
interessati ai problemi emergenti determinati dalla diffusione delle
tecnologie.

InterLex è diversa da un normale "sito" e anche dalle riviste giuridiche
tradizionali, perché è costruita su una lunga esperienza di giornalismo.
Dunque attenta dunque sia ai temi di attualità sia al modo di informare su
questi temi e di guidare il lettore verso la comprensione di argomenti
complessi, quando non apparentemente astrusi.

Non ci sono nel nostro Paese altre pubblicazioni, né telematiche né
cartacee, che si occupino sistematicamente di un insieme di materie come
le regole dell'internet, la firma digitale, la tutela dei dati personali,
la libertà di espressione on line, le tecnologie nella pubblica
amministrazione e così via, con contributi aggiornati e qualificati.

La formula funziona, come dimostrano i numeri, ma il meccanismo rischia di
incepparsi perché si basa ancora sul puro volontariato, che non può
assicurare a lungo termine la stabilità dei risultati e nemmeno
l'indispensabile ritorno economico di quella che è diventata un'attività
professionale.

C'è un "modello di business" che deve essere messo a punto e verificato,
ci sono programmi di espansione, anche commerciali, che richiedono una
struttura editoriale, sia pure minima, e un investimento in risorse umane
ed economiche.

Tutto questo impone un complesso lavoro di riorganizzazione, che non può
essere condotto insieme alla produzione a tempo pieno della rivista.

Dunque fermarsi è inevitabile. Non si può prevedere oggi quanto durerà la
sospensione della pubblicazione, né quale sarà la soluzione che consentirà
a InterLex di ritornare a rendere un servizio utile alla collettività e
agli operatori del settore delle Information and Communication
Technologies.

Prima di chiudere il discorso è naturale un ringraziamento a tutte le
"firme" che hanno fatto della rivista un punto riferimento importante per
chi in Italia si occupa degli aspetti normativi dello sviluppo delle
tecnologie. Perché un buon progetto editoriale non serve a nulla se non ci
sono contenuti validi, capaci di attirare e soddisfare i lettori.

A loro, ai lettori, va l'ultimo ringraziamento. Non solo e non tanto per i
moltissimi "clic" sulle nostre pagine, ma anche per il fondamentale
contributo di idee racchiuso in migliaia di e-mail giunte in questi anni.
Per evidenti motivi solo una piccola parte ha avuto una risposta diretta,
ma tutte sono state preziose per lo sviluppo dei contenuti.

InterLex tornerà ai suoi lettori, anche se a più lunghi intervalli e con
una struttura forse differente da questa, ma pronta a riprendere
pubblicazioni regolari quando, e se, ci saranno le condizioni per
realizzare un prodotto editoriale professionale.
Per adesso ci fermiamo qui.
http://www.interlex.it/attuali t/stop.htm