SMS ADV: non e' la fine dell'email!

Cari Mlister,

rispondo ad Antonello con la speranza di chiarire eventuali dubbi sorti
dopo il mio intervento sul tema SMS Advertising.

Condivido lo scetticismo di Antonello sulle cifre proposte dalle ricerche
indicate nel mio intervento, tuttavia credo che gli iscritti di Mlist
siano in grado di valutare i dati per quello che sono, risultati di
esperimenti e/o previsioni piu' o meno azzardate, io mi limito a riferire
citando la fonte, ma lascio a voi le opportune valutazioni.....!!

Nell'intervento di Antonello, tuttavia, alcuni punti meritano di essere
chiariti, perche' altrimenti ricadiamo nell'equivoco del
media-che-sostituisce-media. L'invio di messaggini sui cellulari non
sostituisce l'uso dell'email, si tratta di due media diversi, che
richiedono due metodi comunicativi diversi e, soprattutto, offrono target
diversi. Insomma, l'email non ha distrutto il fax, come il fax non aveva
messo la parola fine alla posta. Non pensiamo che con i messaggi SMS si
possa eliminare l'email e, piuttosto, cominciamo a parlare seriamente di
MULTICANALITA'!

Sembra che Antonello non consideri che mentre Internet ha una penetrazione
ancora limitata, in Italia, la diffusione del cellulare e' decisamente
piu' ampia! Quanto al costo dell'invio del messaggio SMS e' naturale che,
paragonato all'email, ci sia una certa differenza, (e meno male,
altrimenti immagino lo SPAM!) ma cambia anche il "valore", poiche'
l'attenzione (almeno per adesso) che prestiamo ai messaggi SMS e'
decisamente superiore a quella che ormai concediamo all'email (per quanto
il tema sia sottovalutato, siamo tormentati da spam quotidiani!). I
messaggi SMS....vengono SEMPRE letti!

Non confondiamo poi i messaggi SMS con il WAP, che e' tutta un'altra
storia! I messaggi SMS piu' diffusi nell'advertising NON CONTENGONO link a
siti, ma piuttosto numeri di telefono (spesso numeri verdi) che possono
essere richiamati dal destinatario del messaggio per una qualche forma di
interazione. Se e quando contengono una URL, in quel caso e' un'attivita'
di advertising (branding) che non implica una forma diretta di
interazione, nel senso che lo sponsor non si aspetta che l'utente visiti
il sito.....attraverso il cellulare!

Vediamo qualche numero tutto italiano, e proviamo a considerare la base
utenti wireless di Buongiorno!, 2,3 milioni di utenti unici, iscritti ai
vari servizi di informazione via sms (oroscopo, sport, news,
finanza..etc!): un'indagine di Eurisko sulla base utenti di Buongiorno ci
dice che per piu' del 45% dell'utenza SMS di Buongiorno e' interessante
poter contattare un numero verde, o visitare il sito internet, che compare
nel messaggio. La stessa ricerca ci rivela il profilo dell'utenza e il
64% degli utenti ha un'eta' compresa tra i 14 e i 24 anni. Al di sopra
dei 35 anni troviamo solo l'8% dell'utenza.

Per misurare l'efficacia del modello di avertising via SMS Buongiorno ha
condotto un'indagine telefonica, in collaborazione con E.Care, su un
campione rappresentativo della propria user base, dalla quale risulta che
l'80% degli utenti RICORDA perfettamente il contenuto dei messaggi di adv
che ha ricevuto, e la maggior parte ricorda bene il BRAND degli advertiser
che sponsorizzano i messaggi SMS.

Ho citato Buongiorno! perche' mi sembra il caso italiano piu'
rappresentativo (insieme a GSMBOX) e ,ad un recente convegno organizzato
dall'IIR sul tema "E-mail e permission marketing", ha presentato una serie
di dati di alcune campagne effettuate sulla sua base utenti. Vi citero' i
dati omettendo l'advertiser, giusto perche' possiate valutare l'efficacia
del mezzo.

--> Obiettivo della campagna: brand awareness ed iscrizione al servizio xyz
--> Creativita': all'interno del messaggio era riportata la URL ed un
NUMERO VERDE per iscriversi gratuitamente e ricevere 1 "bonus" di L. xxxxx.
--> Pianificazione: 300.000 contatti, scelti nei canali news e finanza
--> Risultati: il 12% di chi ha ricevuto 1 SMS ha chiamato il call center
--> Il 27% di chi ha chiamato il CALL Center si e' registrato.
(non chiedetemi pero' di valutare la "qualita'" dei contatti......non ne
sono in grado!)

Non voglio interpretare in alcun modo queste cifre e lascio a voi ogni
riflessione e commento........

Lungi da me i facili entusiasmi di qualche anno fa per la "niueconomi",
non illudiamoci che nel wireless possa esservi un nuovo Eldorado, il mio
non vuole essere un invito a sognare, ma a costruire servizi a reale
valore aggiunto per le persone, ad individuare nuovi MEZZI per instaurare
o coltivare una relazione con clienti o potenziali consumatori, usandoli
con buon senso, rispetto ed un pizzico di creativita', e rispettandone le
caratteristiche intrinseche e le diverse implicazioni (incluso il
rispetto per la PRIVACY).

E che il wireless......sia con voi! :-)
Simonetta