SMS mkting far from being understood

desideravo intervenire sulla "provocazione" SMS marketing e successive
considerazioni che riporto:

Lorenzo Pascucci scrive:

Io penso che tale mezzo, almeno in Italia da quanto ne so, sia da
considerarsi non redditizio in quanto secondo recenti statistiche si
considera che un Sms pubblicitario sia un qualcosa di invasivo e
indesiderato e quindi viene rimosso non appena ricevuto senza leggerlo
(naturalmente ci si registra a tali servizi solo per guadagnare e non
per leggere pubbl...).

Se posso esprimere il mio parere, dico che a me non danno fastidio i
messaggi pubblicitari sul telefonino.

Premetto che non lo faccio per soldi, perchè da quando mi sono iscritto,
mi sono arrivati due sms, quindi una miseria.

Non ci trovo nessuna invasione, primo perchè se cosi' fosse non mi sarei
mai iscritto a tali servizi, poi perchè sono convinto che la pubblicità,
ai ns. tempi, sia necessaria.

Io sono un curioso per natura, quindi tutte le informazioni che posso
ricevere mi fanno piacere. Non ci trovo molta differenza con i cartelloni
pubblicitari che invadono le città e i bordi delle strade.
Avete mai provato a viaggiare senza leggere nessun manifesto?

E poi non vi sembra una sfida interessante il fatto di invogliare
all'acquisto un prodotto con il solo testo e 160 caratteri? Forse sarà la
volta buona che i pubblicitari smetteranno di usare plug-in prefabbricati
e useranno la testa.
Sto provocando... :-))
*****++++++***************

direi che Pascucci rappresenta l'atteggiamento dell'utente SMS in Italia!.

Tale atteggiamento è stato misurato dall'istituto Eurisko-che credo possa
essere considerato una fonte di "recenti statistiche"- con uno studio
quantitativo (che sarà disponibile nei prossimi gg) condotto su un
campione significatico di utenti mesaggi SMS. Tale studio, commissionato
da Buongiorno.it sulla sua base iscritti ai servizi sms, dimostra (e qui
anticipo un dato che ritengo rilevante ai fini di questa discussione)
sostanzialmente che:

  • se chi recapita il servizio via sms stipula con chiarezza fin
  • dall'inizio il patto con il consumatore "servizio gratis=c'è pubblicità"

  • se il servizio via sms è di qualità
  • l'utente (e qui cito la ricerca Eurisko)non solo accetta la pubblicità ma
    dichiara, per il 62% di essere propenso ad interagire/fare l'azione
    suggerita dalla pubblicità che riceve.

    saluti a tutti
    Lucia Predolin

    Marketing&Communication director
    Buongiorno.it Spa//www.buongiorno.it
    Company Mission:European leader in email marketing
    Borgo Masnovo,2 Parma
    ph:+39 521 533 155
    cell:0335 7540 418
    fax:+39 521 53 122