Sms/email a scopo politico (2)

Non e' una domenica come tutte le altre, oggi, e' una domenica nella quale
ogni cittadino e' chiamato ad esercitare il proprio diritto (e dovere) di
voto. Per legge abbiamo avuto 24 ore di silenzio per riflettere. O quasi,
perche' qualcuno (indovinate chi?) non si e' lasciato scappare
l'occasione di ROMPERE il silenzio per diffondere un ultimo disperato
messaggio: la lista Bonino.

Ancora Emma e ancora spamming?

Vi garantisco che trovare nella mia email quel messaggio mi ha irritato a
tal punto che non ho potuto fare a meno di tentare di capire da dove
arrivasse. Nel caso non l'aveste ricevuto, ecco il testo del messaggio:
=========================================
From: Luca Coscioni, Emma Bonino, Marco Pannella
To: zandiri@tin.it
Subject: Anche questo è il nostro Satyagraha
Date: Sun, 13 May 2001 09:42:58 +0200
Reply-To: f.pilotto@edipro.it

Una premessa: questo nostro messaggio corrisponde ad un consapevole atto
di disobbedienza civile del quale abbiamo già informato l'Autorità
garante della privacy.
Nel quadro del grande Satyagraha radicale, ci riteniamo letteralmente
obbligati a reagire anche così all'uso illegale ed antidemocratico dei
mass media -un vero e proprio bombardamento, un autentico “spamming
televisivo” contro i diritti dei cittadini italiani- al quale abbiamo
assistito in particolare in quest'ultima settimana, nella quale siamo
stati completamente esclusi da tutti gli spazi di dibattito e di
approfondimento delle reti Rai, Mediaset e Telemontecarlo.

Ciononostante, come avranno forse potuto apprendere da due servizi odierni
de “Il Corriere della Sera” e de “La Stampa”, si è determinata una vera e
propria ondata di sostegni alla Liste Bonino sia per quanto riguarda la
terza scheda (scheda grigia: proporzionale Camera) per raggiungere quel 4%
senza il quale nessuno di noi sarebbe eletto, sia per il Senato (scheda
gialla), per garantire almeno l'elezione di Emma Bonino.

Questi sostegni provengono da prestigiosi esponenti della sinistra e del
centro-destra, che dichiarano di interesse generale assicurare al prossimo
Parlamento l'apporto dei radicali della Lista Bonino.
Ora, poiché i sondaggi (come lei sa, “proibiti” ai cittadini italiani per
essere riservati ai pochissimi e ricchissimi committenti) ci attribuiscono
in modo convergente circa il 3,5% dei consensi, per assicurare la nostra
presenza parlamentare nella prossima legislatura mancherebbero fra i
150mila e i 200mila voti.
A questo punto, da parte nostra, non c'è che da informarla di questa
situazione. Speriamo di non averle arrecato troppo disturbo. Abbiamo in
qualche misura sentito il dovere di farlo. Speriamo nel suo aiuto e in
quello di quanti lei potrà in queste ore consigliare.
Grazie,

Luca Coscioni
Emma Bonino
Marco Pannella
=========================================

Noterete che nell'indirizzo di reply c'e' un nome@edipro.it e cosi' digito
la URL www.edipro.it ed individuo i responsabili del gesto. Sono
specializzati in comunicazione e marketing e, tra i loro clienti, risulta
peraltro la Lista Emma Bonino.
Non ho perso l'occasione di rispondere all'email, mettendo in "cc"
l'indirizzo che compare nel loro sito per il "contact us", ovvero
l'originale edipro@edipro.it. Il contenuto della mia email era breve
(incredibile eh?) e piuttosto chiaro. Disapprovavo il loro gesto (pur
comprendendone le motivazioni e, in parte, condividendole) e richiedevo di
essere cancellata dalle loro liste una volta per tutte. E' evidente che
il primo spamming della Bonino potrebbe essere stato gestito dalla stessa
azienda ed avevo gia' richiesto la cancellazione dagli elenchi. Non avevo
mai ricevuto risposta.

Internet e' un mezzo libero, sicuramente, e' un mezzo democratico,
ovviamente, ma evidentemente ci si dimentica che la mia liberta' finisce
dove inizia quella dell'altro.
E la mia liberta', oggi, consisteva nell'andare a votare senza subire
nuovamente bombardamenti propagandistici, ed e' finita nel momento stesso
in cui ho letto l'email.

C'e' qualcuno che ha ricevuto la stessa email? Pensate che la mia reazione
sia eccessiva?
Fatemi cambiare idea.....:-)))

Salutissimi,
Simonetta