Sostentamento e marketing di una community di gioco

Buongiorno Elena e buongiorno lista,

mi sto occupando da qualche tempo dell’elaborazione di una strategia di
marketing per il sostentamento di una community di gioco in rete.

La community, che compie quest’anno i suoi spero primi 8 anni nella rete,
raccoglie giocatori di ruolo in ambiente fantasy medioevale in maniera
sostanzialmente diversa da un normale MPRG, basandosi in parole povere in
una chat moderata e ambientata in cui il gioco si svolge in maniera
verbale e non via software.

L’accesso alla community è gratuito e senza blocchi, e rappresenta un
fenomeno interessante, perché, pur essendo nata e gestita con metodi
sostanzialmente amatoriali, è riuscita a piazzarsi sempre ai primi posti
delle classifiche del premio del Sole 24Ore accanto a giganti come
superfighetto o le comunità delle squadre di calcio.

Conta circa 40mila utenti di cui 5mila fidelizzati, e raccoglie per i 4
raduni annuali che vengono organizzati in varie località d’italia, dalle
700 alle 1000 persone per volta.

Il problema, è ovviamente come mantenerla, considerando che la media di
1500/2000 persone on-line rappresenta un costo enorme a livello di banda
per un sito amatoriale.

La proposta che sto cercando di razionalizzare e portare all’attenzione
della proprietà e dell’associazione culturale che ne gestisce la
moderazione, è sintetizzabile in:

  • profilazione dell’utenza (al momento non viene effettuta) su
  • base numerico-statistica e motivazionale

  • ricerca di partner per la fornitura di prodotti/servizi
  • compatibili con le motivazioni e le esigenze di infotainment della
    comunità escludendo un’operazione di banner che finora non ha prodotto
    nessun risultato se non quello di innervosire il nostro pubblico;

  • nel futuro, possibilità di cessione delle versioni localizzate
  • del game e del know-how della moderazione e organizzazione.

    Tenendo conto che i raduni e la vendita di gadgets virtuali portano
    comunque introiti interessanti all’associazione, ci sono altri strumenti –
    percorsi – ipotesi che non ho verificato, per mantenere in vita qualcosa a
    cui siamo molto affezionati in 5mila e che vogliamo mantenere gratuita?

    Una buona giornata a tutti.

    Giordana Bassani

    gbassani@argomenti.com
    giordana.bassani@compagniagranducato.it