Spot Capitalia: tutto puo' cambiare tranne le banche

Lo spot di Ennio Doris che traccia il cerchio nel deserto sembra uscito
dalla preistoria pubblicitaria.

Ora arriva il mega spot (fatto benissimo
per carità) del gruppo bancario Capitalia: migliaia di comparse e scenari
alla Blade Runner e Mad Max. Ma per dire cosa? Che "Tutto può cambiare".
Ma tutto cosa? Non si capisce.

Tranne una cosa: che le banche hanno perso definitivamente la testa, il
contatto con la realtà. Non hanno capito che la gente considera il sistema
bancario come un'enorme "cupola" legalizzata che grava sui cittadini. Non
si trova più nessuno che parli bene di una banca, e con ragione.

E' l'ennesima corporazione che succhia il sangue al popolo bue. Gli spot
"stellari" non solo non convincono nessuno, ma infastidiscono. O no?