Spot offline

Sto studiando un fenomeno accaduto nel mondo dell'advertising.

Le societa' in rete, come Tiscali, Virgilio, Jumpy, Excite, Infinito etc
etc hanno fatto grossi investimenti nelle campagne offline, per entrare
nella lista delle top brand nell'immaginario degli utenti Internet (che
pero' guardano la televisione).

A parte nobili eccezioni, gli spot e gli slogan si assomigliavano molto
(Excite, Infinito, Virgilio) e il messaggio era sempre quello: Internet a
modo mio, Il mondo come lo vorrei etc, etc.... tutti a dire come tutto sta
diventando personalizzato, individuale e malleabile. La rete che ti
permette di fare e avere tutto quello che finora non ti eri mai sognato
(pure una donna virtuale).

Come mai ora in Tv,non si vedono piu' rane saltellanti? Dov'e' finito
l'apriti sedano di Italia on LIne, o i giornali con le frasi zen della
Tiscali di Soru?

Non sono spariti, ma hanno preferito concentrare le loro risorse nel mare
magnum della rete, comunicando agli utenti Internet che forse guardano
anche la televisione, ma che soprattutto usano Internet.

Il fatto e' che, avendo gia' acquisito visibilita', i portali sono tutti
oramai facilmente trovabili dall'utente non piu' inesperto, che ora,
quando scrive www.jumpy.it, oltre ad immaginarsi un ranocchio saltellante
si immagina pure la brutta faccia del Tarricone e se questo e' Internet a
modo nostro... ebbene siamo proprio rovinati.

Andrea