Tenersi i turisti tedeschi: come farlo via web

Schroder annulla le vacanze in Italia e albergatori + tour operator sono
“terrorizzati da possibili cancellazioni a raffica” [Il Sole 24 ORE – 10
luglio].

Cari albergatori, forse il web vi dà una mano.

Avete un sito? Pubblicate subito in home page la vostra posizione,
esprimendo a chiare lettere quanto ci tenete ai turisti tedeschi. Chiedo
stimoli ulteriori agli mlister (non conosco il settore turistico), ma più
o meno direi:

Pubblicare in home page una frase massimo di 300 battute in cui esprimete
quanto apprezziate il turista tedesco (no luoghi comuni troppo comuni) e
che siete pronti ad accoglierlo con tutti i riguardi, come sempre e anzi
di più. Scrivetelo in italiano e in tedesco. Scrivete una lettera che
esprima il vostro rincrescimento per l’offesa che un sottosegretario al
Turismo del Governo italiano ha riservato ai (turisti) tedeschi, prendendo
le distanze e augurandosi che siano prese adeguate misure per riparare.
Inviatela via posta e via email all’attenzione del Presidente del
Consiglio, poi caricatela sul vostro sito in italiano e in tedesco.

Pubblicate la lettera sul vostro sito e inserite il link in home page che
vi rimanda, spiegando a chi l’avete spedita e a quale fine.

Questo è il minimo. A livello di associazioni di categoria, ma anche di
singoli o enti locali, scrivete ai giornali tedeschi (che in questo
momento stanno presentando ampi panorami sulle alternative turistiche
all’Italia) ed esprimete le stesse cose, senza ‘sparate’ soprattutto verso
il Governo italiano (evitiamo di darci pure la zappa sui piedi) ma con
ferme e cortesi espressioni di presa di distanza…

Forse la sto facendo più grave di quello che è e si scioglierà tutto sotto
il sole caldissimo di questi tempi, ma visto cosa succede sulla stampa… Un
altro modo meno serioso di affrontare la cosa è giocare con l’ironia, ma
il web rimane.

Ok, io sono ho lanciato il sasso (sono riflessioni a caldo). Mlister,
consigli?

Prosit
Giovanni V