Teoria (quasi) darwiniana sulla truffa.

Cari di lista,

negli ultimi giorni alcuni di voi hanno posto all'attenzione di tutti gli
iscritti di Mlist alcuni quesiti in relazione a nuove e sofisticate truffe
in circolazione sul web o attraverso mailing.

Premetto che non approfitterò di questo mio intervento per suggerire
rimedi al fenomeno ma spero almeno di strapparvi un sorriso.

Ho rivisto di recente "Only when I larf" un interessante film realizzato
nel lontano 1969 e tratto dall'omonimo romanzo di Len Deighton,
interpretato da Sir Richard Attenborough e David Hemmings, entrambi nel
ruolo di raffinati truffatori internazionali. Il primo diceva all'altro:

"Mai sprecare pietà per un pollo! Se non ci fossero, noi moriremmo di
fame. Essi portano il germe della loro distruzione in sè stessi ed
agiscono soltanto per disonesta avidità.

I truffatori sono parte essenziale della società, sin da quando l'uomo
viveva in comunità nella valle dell'Eufrate: non c'erano anche allora i
preti che prevedevano le alluvioni imminenti? Sapevano che i fiumi
straripavano perchè seguivano le fasi della luna, però non andavano mica
in giro a dire che era la luna...erano molto furbi quei preti e quegli
stregoni...e noi siamo gli stregoni del XX° secolo!

Facciamo parte del processo di selezione naturale, priviamo gli stupidi e
gli inetti della loro ricchezza e del loro prestigio.

Senza di noi tutto il delicato equilibrio della natura sarebbe sconvolto.
Se gli stupidi prosperassero la nostra società perderebbe il suo dinamismo
e finirebbe col crollare, ma noi siamo un elemento fondamentale nel ciclo
vitale del sistema capitalistico!".

:-) Saluti.

Titti Zingone


http://tittizingone.interfree. it