[tesi] Ipercompetizione e sviluppo delle imprese: un caso nel settore del caffè (aiuto per questionario + pareri)

Salve a tutti!
Per la mia tesi di laurea che sto realizzando per concludere il ciclo di studi di Laurea specialistica in Marketing (Facoltà di Economia di Bari), mi sto occupando di ipercompetizione e sviluppo delle piccole imprese.
Le piccole imprese in Italia sono sicuramente una realtà importante e in un certo senso insieme alle aziendedi media dimensione sono il propulsore dell'economia italiana. Ma si può affermare con certezza cherappresentano allo stesso tempo un freno: le nostre piccole aziende tendono a non svilupparsi, a rimaneresempre piccole. Se questo atteggiamento conservatore da parte dei piccoli imprenditori poteva essereaccettabile fino a qualche tempo fa, adesso (con la crisi economica che si sta attraversando, la contrazionedei consumi e l'imperversare dell'ipercompetizione in alcuni settori della nostra economia), è necessario unnuovo approccio al mercato.Il fenomeno "ipercompetizione" ha contratto i tempi del business ed ha reso instabili i mercati, e va adintaccare quella che è la fase del ciclo di vita del prodotto che è la più redditizia, ovvero la fase di maturità. Esappiamo che per una piccola impresa i margini di guadagno non sono in genere molto alti e l'eccesso diofferta porta a ridurre ancor più il livello di rientro degli investimenti, con conseguenti difficoltà ad investire.
In particolare, ho preso in considerazione il caso di una piccola azienda che commercializza caffè tostato, per la quale attualmente lavoro.
Quest'ultima è una piccola azienda presente da 11 anni , situata nella città di Andria (BA) e fondata da unimprenditore tranese con esperienza trentennale nel settore del caffè; si occupa della produzione ecommercializzazione del caffè torrefatto all'ingrosso e al dettaglio(soprattutto nella provincia di Bari e dapoco ha intrapreso la strada del commercio con l'estero). L'ipercompetizione sta sconvolgendo questomercato (che comunque continua a svilupparsi soprattutto nei mercati esteri dove si sta diffondendo lacultura del caffè italiano) soprattutto per quanto riguarda l'offerta locale (infatti, i leader del settore a livellonazionale, Lavazza e Illy tengono ben salda la loro posizione). C'è un obiettivo eccesso di offerta a livellolocale che sta insediando la stabilità delle piccole torrefazioni e azzerando i profitti con una guerra dei prezzi(al ribasso) soprattutto per quanto riguarda il mercato all'ingrosso (settore HO.RE.CA). A questo bisognaaggiungere tutte le complicazioni derivanti dalla struttura del settore (forte infedeltà alla marca, pocaattenzione alla qualità rispetto ai mercati esteri, fluttuazioni costanti dei prezzi del caffè crudo e alto poterecontrattuale delle imprese di import/export).
Tornando all'azienda oggetto di studio della mia tesi di Laurea, essa si trova in un periodo di decisioni importanti che riguardano sia la struttura societaria che le scelte di mercato. Come riuscire a sopravvivere inquesto clima competitivo? C'è la possibilità di svilupparsi travalicando quella che è la prospettiva locale?Nel mio lavoro di tesi sto sviluppando tre filoni:·

  • Misurazione della soddisfazione della clientela attuale (sia al dettaglio che all'ingrosso) eindividuazione dei punti di forza e debolezza;·
  • Analisi di fattibilità per lo sviluppo dell'impresa nei mercati esteri (in particolare paesi comeAlbania, Slovenia, Croazia, Grecia da un lato e America del Nord dall''altra)·
  • Analisi di fattibilità per lo sviluppo locale con più ampio raggio d'azione. Per questa fase della miatesi ho sviluppato un questionario che ha l'obiettivo di individuare le abitudini di consumo e diacquisto di caffè e di capire quanto si sia disposti a cambiare marca di caffè e a quali condizioni. Ilquestionario lo potete trovare a questo link
  • http://spreadsheets.google.com /viewform?key=peLLTj5dvZ0STemz yqq42fw  . Per far si che l'indagine sia "numericamente attendibile" devo raggiungere almeno 1000 interviste. Ringrazio per la collaborazione eper l'aiuto che mi offrirete rispondendo al questionario e facendo girare il link tra i vostri contatti.
    Inoltre Volevo sapere cosa ne pensate un po' dell'argomento e se avete eventualmente avete suggerimenti