TIM: pubblicità da cani

Per tornare sull'argomento delle pubblicità del gruppo
Telecom, qualcuno avrà visto il recente spot col cane e Naomi Campbell
(chi sarà più espressivo dei due?).

Ora, alzi la mano per piacere a chi piace quella
scemenza che sarà costato la solita vagonata di miliardi, è che fa il paio
con gli altri spot demenziali del gruppo, da
quello con Marlon Brando a quello con di Caprio (120
miliardi di lire solo quello con Di Caprio!).

Ebbene, da "fuori target" quale sono, io dico che è uno spot totalmente
cretino, fatidioso e imbecille. Ma cosa vuol dire quella scemenza?

Qualcuno obbietterà: "sara' pure una scemenza, ma si fa ricordare." Io
rispondo che si fa ricordare solo perché è una scemenza.

Resto tuttavia convinto che non basta farsi ricordare: se il ricordo è
fastidioso il consumatore si irrita, e non compra :)