[Tin] un aiuto morale... e legale! - lungo

Salve a tutti,

dopo i post operativi, mi trovo a dover chiedere un aiuto anche legale se
necessario, e ne approfitto anche per raccontarvi una storia a mio avviso
di ordinario disservizio!

Nel 1998 ho sottoscritto un abbonamento a pagamento con Tin, non ricordo
il nome originario (ne ha cambiati un pò in 4 anni...) e comunque era un
flat a canone annuo con connessione normale da casa (non ISDN), 3 caselle
posta e via dicendo... corrisponde all'attuale V-surf di VirgilioTin.it.

Decido di disdire l'abbonamento, telefono al customer care per sicurezza
sulle procedure, mi dicono che poichè l'abbonamento scade il 4 di Marzo
2002 avrei dovuto inviare la disdetta tramite raccomandata A/R 30 giorni
prima della scadenza. Il pagamento è anticipato (ndr) cioè io nel 2001 ho
pagato fino al 4 marzo 2002... o almeno così credevo.

Lo stesso customer care mi dice che la disdetta comporterà la
disattivazione dei miei indirizzi di posta, e questo mi sembra inutile
(visto che hanno pacchi di registrati aggratis...) e anzi punitivo, ma
tant'è...in fondo ogni azienda si prende le conseguenze delle sue
politiche!

Invio la disdetta, e ieri 3 Marzo vado a connettermi per scaricare
l'ultima posta sui 2 account registrati ma... sorpresa! non funziona più!
Chiamo il n° verde 4 volte tra ieri e oggi, con l'obbiettivo di ottenere
la posta non scaricata in locale, e di seguito vi sintetizzo per punti le
risposte ottenute in momenti diversi da un customer care non esattamente
gentile (ma chi glielo ha insegnato il CRM, la Banda Bassotti?!?!) :

1. da un data base il mio abbonamento scade il 4 Marzo, ma dall'altro (che
genera in automatico i "blocchi") l'abbonamento è scaduto alle ore 18 del
3 Marzo - per questo ieri sera alle 19 non funzionava più niente...

2. la mia posta è stata cancellata, e non è possibile riaverla indietro
perchè la scadenza dell'abbonamento comporta non solo la disattivazione
degli account ma la cancellazione della posta stessa

Al di là dei pesci in faccia che mi sono preso, dopo aver pagato per 4
anni un abbonamento che costava nel '98 oltre 300.000 lire l'anno, vorrei
indietro la mia posta, che ritengo sia mia e non della Tin, e a costo di
fargli causa se non posso riaverla vorrei vedere riconosciuto il danno
provocato...

Sottolineo che:

  • sul contratto, che mi sto spulciando, non sta scritto da nessuna parte
  • che alla scadenza del contratto la posta non scaricata viene eliminata in
    modo permanente; del resto neppure che gli account attivati verranno
    disabilitati...

  • credo sia norma generale che se io sottoscrivo oggi un contratto che
  • vale un anno, l'ora di sottoscrizione non abbia alcun rilievo... a meno
    che non venga esplicitato... ma forse non ricordo bene Diritto Privato!

    Se almeno il customer care mi avesse detto (o scritto) "il suo contratto
    scade il 3 Marzo alle 18" ok cavoli miei, ma in realtà mi han detto che
    scadeva addirittura il 4 Marzo, cosa che io ho ribadito nella mia lettera
    di disdetta.

    Opinioni? Consigli? Suggerimenti? Che posso fare? Oltre che innervosirmi?

    Grazie

    Paolo Malvaldi