Un'informativa mal fatta...

Padova, 02/03/2004

Ultimamente arrivano messaggi di spam che riportano in calce
un'informativa come questa:

Privacy
XXX, nel rispetto della L. n. 675/96 e successive modifiche D.Lgs. n.
196/2003 , ti chiede preventivamente l'autorizzazione all'invio di e-mail
informative.
Il tuo indirizzo e-mail è l'unico dato che ti riguarda in nostro possesso
ed è utilizzato esclusivamente per questa iniziativa. Il tuo indirizzo
e-mail è memorizzato sul nostro sistema informatico ed è stato reperito da
un nostro lavoro di ricerca sul web. La memorizzazione del tuo indirizzo
e-mail avverrà solo ed esclusivamente dietro la tua accettazione alle
condizioni riportate in calce a questa e-mail, in ottemperanza al
trattamento dei dati personali D. Lgs. n.
196/2003 (codice privacy). In caso contrario XXX provvederà a cancellare
il tuo indirizzo di posta elettronica dal database entro
7gg. dalla data di invio di questa comunicazione.
In seguito alla registrazione potrai in ogni momento richiedere la
modifica o la cancellazione del tuo indirizzo di posta elettronica.
XXX non è in alcun modo in possesso di qualsiasi altro dato che ti
riguarda.

Inutile dire che trattamento c'e' stato, senza consenso preventivo, dunque
illecito. A nulla vale la circostanza che l'indirizzo email sia cancellato
dalle loro liste, visto che e' gia' stato usato per mandare questa mail.

Non basta un "lavoro di ricerca sul web" per poter trattare lecitamente
dati personali altrui.

--
Marco Meneghello - marco.meneghello@studenti.unipr.it
PGP Key id: 0x5967A584
A juventute mea domine, spes mea.