VisionPost e Gobal Media su Second Life: toppata alla grande.

Ciao a tutti,

Quelli di VisionPost, pubblicazione di Totem, il gruppo fondato da
Carlini, scomparso di recente, e che ho sempre apprezzato,
qualche giorno fa hanno toppato anche loro, e proprio di brutto e
malamente, sui numeri di Second Life.

Ho sempre apprezzato chi? Entrambi, sia Carlini, che ho incontrato di
persona una sola volta, ma che ho sempre letto e recensito (i suoi libri
li ho tutti), sia VisionPost, che ha sempre prodotto buoni articoli.

A Carlini, a dire il vero, avevo contestato di recente un brutto intervento,
ma direi proprio che era stato il suo unico scivolone, in una lunga carriera
di cui ho letto, credo, centinaia di pezzi, oltre a tutti i libri, e sempre di alto livello.

Spiace veramente, oggi, leggere un pezzo, su VisionPost, che e' un gradino
sotto a un publiredazionale occulto e scritto male (non firmato, per fortuna).
http://www.visionpost.it/index .asp?C=11&I=2512

O forse e' un pezzo di uno o due anni fa, che hanno pubblicato adesso
per sbaglio?

Copio e incollo, abbastanza incredulo e dopo avere ricontrollato la
data (9 ottobre 2007):

"Al momento è difficile prevedere quale possa essere in futuro la rilevanza
di Second Life sul piano del marketing. Ciò che è certo oggi è che nonostante
il gran numero di utenti registrati, sono solo 20-25.000 i residenti "stabili" di questo mondo virtuale. Second Life è oggi ben lontano dall'essere un medium
di massa. Abbagliate dal desiderio di sentirsi all'avanguardia, molte aziende hanno sovrastimato Second Life come canale pubblicitario", aggiunge Chiara Zanetta, Managing Director di Global Media Italia.

Be'.... sui numeri di SL ho gia' scritto tempo fa, qui in lista e su carta: http://www.weekit.it/index.php ?option=com_content&task=v iew&id=3...

Quest'estate, tra l'altro, il numero tarocco propagandato da Forrester,
era 30-40 mila. Non so chi sia questa Chiara Zanetta che adesso parla
di "20-25 mila residenti stabili" e non voglio saperlo.

E non leggete il resto del pezzo di VisionPost, non vale i bit su
cui e' scritto, con le opinioni di un secondo "guru" del marketing
in second Life, un tal Gabriel Placentra, Product Manager e-Business
(Marketing Online Platform) di Union Investment.

Global media e' questa:
http://www.globalmedia-webmark eting.it

Union Investment proprio non riesco a capire chi sono.

Mi auguro sinceramente che Totem e VisionPost non scadano e
che questo sia solo un banale incidente di percorso. Anche perche'
su VisionPost di solito a parlare di Second Life e' Alessandra Carboni,
collega che non conosco ma che scrive cose apprezzabili e che lavora
anche per Il Corriere, se non sbaglio.

Questa infomamzione e questo marketing, comunque, non servono
veramente a nessuno. Mi chiedo dove e come nascono.

Ciao a tutti, Fabio.

-- Fabio Metitieri
"Take me to the movies, 'cause I love to sit in the dark" (Laurie Anderson)