Web Applications

Ciao Gianluca e ciao a tutti.

Ho trovato questo tuo messaggio in MList Large, cui do un'occhiata di
tanto in tanto tramite l'archivio on line.

Si tratta degli aspetti che rendono appetibili le applicazioni studiate
per la rete e fornite attraverso di essa.

Concordo molto sull'importanza di questo tipo di applicazioni, il
"browsing" sara', citando l'analista Gartner, "il paradigma di accesso
per il futuro", questo perche' interoperabilita' fra ambienti operativi
differenti e la qualita' dell'accesso alle informazioni assumeranno un
valore sempre maggiore per giudicare un buon software.

L'appetibilita' - a mio avviso - e' da intendersi in piu' aspetti:

facilita' d'uso, piacevolezza, utilita' e altre categorie di analisi
utili per l'utente finale;
integrabilita', duttilita', versatilita' delle stesse per le web agency,
i system integrator (che le debbono implementare nei sistemi dei loro
clienti), o per le grandi aziende che dispongano di dipartimenti interni
di sviluppo web;
aspetti commerciali, o modalita' di offerta e fornitura.

Concordo su queste osservazioni sottolineando l'importanza
dell'interoperabilita' e della qualita' dell'accesso

tecnicalita' a parte,
l'analisi potrebbe essere estesa a tutti gli applicativi forniti in ASP.

Sulle "tecnicalita'" mi lascia molto perplesso scommettere su ASP poiche'
struttura scarsa scalabilita' e performance aumentano notevolmentee i
costi di sviluppo e gestione. Alternative basate su JSP, per esempio,
sono molto migliori

E' un tema che credo trovera' molta attenzione se e quando i "web
services", le soluzioni applicative a "noleggio" riusciranno ad
abbattere
le barriere all'adozione e alla diffusione che oggi spesso conservano.

Si', ma non e' prossimo questo momento.
Le applicazioni a noleggio hanno subito una forte battuta d'arresto a
causa di un errore iniziale: si era partiti dall'idea di noleggiare
applicazioni fruibili tramite applet Java. Cio' presenta notevoli
vantaggi, ma l'operazione ha portato a limitati successi poiche' troppo
vincolata al client (e ai problemi di configurazione su questo)

La soluzione attuale e' costruire il motore delle proprie applicazioni
esclusivamente (o quasi) lato server. Le risorse hardware sul server sono
maggiori, ma ne viene vuori un sistema molto piu' robusto ed affidabile.

Noleggio futuro a parte, passare al browsing per la gestione di
alcune/molte/quasi tutte le esigenze informatiche aziendali, permette
gia' adesso di raggiungere a un bassissimo costo notevoli risultati:

  • raccolta e accesso ai dati distribuita su un territorio a larghissima
  • scala;

  • assoluta indipendenza dalla macchina client
  • operativita' totale in qualsiasi luogo e condizione
  • e via di questo passo...

    Alcuni casi d'uso...

  • Integrazione trasparente e totale tra il proprio catalogo on line e i
  • gestionali per gli ordini, le forniture, lo stato del magazzino,
    eccetera; (pensate al vantaggio di poter fare l'inventario direttamente
    su un portatile/palmare in una rete wi-fi, e aggiornare in tempo reale
    disponibilita', necessita', eccetera)

  • un unico sistema informativo per l'azienda su tutto il territorio, e
  • una gerarchia di accessi per concessionari, rivenditori, ecc.

    Credo che sia il caso che non mi dilunghi ulteriormente :-)

    Cordialmente,

    Emiliano Farinella

    --
    "Science as a candle in the dark" -- Carl Sagan