Web Director? SINERGIA

Un saluto a tutta la lista

ed un grazie particolare a Elena, sia per la lista precedente, ricca di
esempi ed idee, sia per questa "neonata" ma già frizzante e piena di
spunti interessanti.

Una lista è fatta di persone e delle loro idee... e quelle non
mancano!!!!!!!!!

Mi riferisco in particolare al recentissimo intervento di Alessandro
della Balda. Il fatto è che avendo letto le sue interessanti
osservazioni, ecco che, dopo oltre 15 mesi di lettura degli interventi
altrui sto osando anch'io di aggiungere la mia, scusandomi per le
imperfezioni del mio italiano.

Concordo pienamente con Alex quando dice: "sono giunto alla conclusione
che il web e' cosi' scarso (almeno in Italia) perche' e' nelle mani dei
tecnici. Mancano le sensibilita', mancano le conoscenze culturali,
mancano i creativi-concreti e, come gia' avete detto, i progetti, i
contenuti che dovrebbero stare dietro la grafica e i linguaggi di
programmazione."

Io, dopo una permanenza di oltre vent'anni in Italia, ho "collezionato"
varie esperienze lavorative qualificate, pur diversissime tra di loro:
sono filologa ma ho lavorato nel marketing, PR ed advertising per
approdare al commerciale dove le soddisfazioni non sono paragonabili al
MKTG my love ecco perché sto vagliando, insieme ad un mio amico di Bari,
un nuovo progetto di collaborazione in Rete di cui spero poter parlarVi
entro breve.

Ora vorrei solo aggiungere, sulla base della non breve esperienza, un
piccolo esempio. L'anno scorso, lavoravo in qualità di "consulente
linguistico"-una denominazione da me inventata almeno così credo :-) -
presso una società milanese che stava per proporre i servizi WAP e
necessitava di manuali di presentazione e comunicati stampa. Sottolineo,
che senza l'aiuto dei loro bravi ingegneri e - principalmente! - tecnici

  • non avrei mai potuto realizzare quei progetti (che poi sono stati
  • corredati anche di una mia idea, presentazione animata). Ma essendo io
    open minded e trovando che nella vita in genere e nel nostro campo in
    particolare - bisogna imparare sempre e continuamente, quella
    "cooperazione tecnico- filologica" ha dato dei frutti tangibili. Penso,
    che anche loro (=tecnici) hanno imparato qualcosa sulla comunicazione...

    Citerò ancora Alex: "Molte delle idee qui ascoltate e che si sviluppano
    giornalmente, quelle di
    successo, si basano sulle persone, sulla loro conoscenza,
    sull'interazione fra esse, ovvero sui contenuti"

    BRAVO! ho solo aggiunto
    alle tue parole un piccolo esempio pratico.

    Ed è questa sinergia che stiamo cercando, e grazie alla quale la rete si
    vestirà ancor più di contenuti, allontanandosi un po' dai fronzoli e
    pesanti grafiche.

    Mi scrisse una volta Giancarlo Livraghi, quando scalpitavo per portare
    avanti un progetto di allora e ne volevo vedere subito i frutti,
    impaziente ed entusiasta come sono: "Ricordati che le cose in Rete
    crescono lentamente." Beh, posso solo aggiungere: importante che
    continuino a crescere...e noi pure!

    :-)

    Buon lavoro a tutti!
    Maria Emma Pikon, Milano

    emmabis@tiscalinet.it