Web Marketing Tools

Ciao Elena, ciao Lista.

Web Marketing Tools.
Nelle valutazioni del thread non ho letto, o mi è sfuggito, un riferimento
al fatto che con tutta probabilità (ipotizzo, ma su esperienze vissute)
altri mezzi hanno cominciato a trattare gli stessi suoi argomenti. Non
necessariamente se ne deve parlare in testate specifiche e concorrenti,
anzi un editore che avesse voluto scontrarsi frontalmente con WMT avrebbe
patito pesanti perdite. La sovrapposizione comporta, a mio umile avviso,
il presentarsi di una situazione diversa per il lettore interessato:
continuare a spendere per ricevere articoli che si sovrappongono o elidere
lo specialista a favore del generalista ?

Ma temo, da specialista, che la realtà sia ancora più prosaica. Tutti gli
editori che ho conosciuto hanno mancato su tutto, meno che sul fare
previsioni di fatturato, che tengono costantemente sotto controllo. In
base a quello hanno fatto investimenti. Dato che il crollo ha preso alla
sprovvista tutti, non solo i giocatori di borsa, si sono trovati nella
condizione di pagare per investimenti che non hanno avuto ritorno (ROI
nullo)

Elenco: lettori non più interessati in quanto licenziati, piccoli
imprenditori che hanno cambiato strada, quadri e funzionari riciclati in
altri uffici, grandi medi e piccoli consulenti che hanno fatto conversioni
a U per non chiudere, gente che al solo nominargli il Web avevano conati
di rigetto dell'argomento...Sono tutte concause, una più piccola
dell'altra, che insieme determinano la discesa sotto la soglia necessaria
per il mantenimento. L'esperienza mi dice anche che ogni successo si paga,
ma serve per una evoluzione e una riproposizione in altri termini. Si
tratta di trovare in quale modo e non dubito che una persona come Bregani,
con le sue qualità, lo possa realizzare.

Che la Lista sia con Voi (e con Bregani)
Riccardo Garavaglia