Web Marketing Tools

Buongiorno a tutta la lista e ben ritrovati,

purtroppo non ho più molto tempo a disposizione per intrufolarmi e
partecipare attivamente come qualche tempo fa (diciamo...come ai bei
tempi) nelle interessanti discussioni di Mlist (mi piacerebbe) ma visto
che si è iniziato a parlare di WMT, mi è sembrato giusto intervenire per
dare delle risposte a Marcella, in primo luogo, e "di sponda" a quanti
sono interessati all'argomento.

Spero che quanto segue possa chiarire in modo sincero alcune cose che,
comunque, avrei chiarito ufficialmente con ciascuna dalle persone
interessate non appena avrei avuto sufficienti e concreti elementi a
disposizione ovvero entro fine febbraio

Comunque sia, per semplicità, partiamo dalle considerazioni di Marcella
come "traccia" principale" di questa mia mail.

Dov'è WMT?
Come scrivevo qualche giorno fa ad un nostro lettore, il nostro settore,
mercato, area... mettetela come volete, è stato investito da un ciclone di
tutto rispetto che ha raso al suolo la maggior parte di palazzi, delle
case, delle attività. Penso lo sappiate. Non mi dilungo oltre.
E questo non lo dico come "scusante" ma come fatto reale.

WMT, nonostante ciò, non è crollata; ha subìto però importanti ferite che
l'hanno portata ad operare non più al meglio bensì a ranghi e schemi
ridotti.

Io ho veramente fatto il possibile nel corso del 2002 perchè la rivista
uscisse e perchè venissero garantiti i servizi agli abbonati e alle
società con le quali avevamo (abbiamo) dei rapporti di collaborazione e di
lavoro. Purtroppo la cosa non è riuscita al 100%, dati i problemi di cui
sopra e qualche cosa dalle mani mi è caduta.

Tutto ciò mi ha molto ...direi ...segnato; ma non tanto dal punto di vista
del business quanto (ben piu profondo) da quello umano. WMT, per chi non
la conosce "da dentro", non è mai stata una questione puramente di
business o una semplice "webzine" : è una famiglia per molti, un
trampolino di lancio per altri e anche la mia vita - anche se non ne ho la
"proprietà" - a partire dal 1997, anno in cui l'ho pensata.

A che punto siamo?
Attualmente sto cercando di rimettere "personalmente" in piedi le colonne
e i muri portanti di tutta la struttura principale, grazie anche degli
"angeli" esterni ma anche alla ammirevole dedizione e disponibilità dei
ragazzi in redazione. Non è una strada facile nè perfettamente asfaltata;
si balla ancora un po, ci sono molte buche e, in certi casi, si mangia
molta "polvere"

Ma ho molta fiducia. E almeno quella nessuno me la toglie.
E a quanto pare non sono l'unico..

Gli abbonati?
Sto intrattenendo rapporti epistolari continui con molti abbonati; alcuni
mi mandano a quel paese (giustamente) ma molti altri mi danno forza per
andare avanti e credere nel progetto.
I rapporti "1to1" ovviamente non bastano ed ecco perchè ufficialmente ci
vuole una comunicazione. Questa verrà inviata tra una decina di giorni
circa e in sostanza verrà detto loro quale sarà il nuovo futuro di WMT.

Marcella osserva giustamente "Mi stupisce molto da una rivista che aveva
fatto della serietà e
correttezza nei confronti dei suoi utenti la principale leva di marketing."
Ecco, appunto. Per fortuna una frecciatina è indorata da una
considerazione positiva:-)
Ho sempre cercato di essere serio e corretto con tutti. Ora, come dicevo,
è un periodo "ballerino" e qualche cosa salta. Non era, e non è, mia
intenzione nascondermi, ma solo pensare come gestire al meglio questo
periodo difficile.

Comunque sia, per recuperare il tempo perduto, stiamo già lavorando ad un
numero doppio rinnovato nella formula e arricchito nei contenuti facendo
tesoro delle molte indicazioni giunte dai lettori stessi.

A proposito Marcella, qualche suggerimento per il tuo prossimo WMT? :-)

Ok, spero di non avervi annoiato ma soprattutto di aver dato qualche
risposta a chi ancora non l'aveva,
nella massima trasparenza e sincerità

Non pretendo di aver risolto tutti i problemi con un semplice "post" su
Mlist (grazie Elena per l'ospitalità) ma so che quello che sto cercando di
portare a termine è sempre per il meglio di WMT, per un suo meritato
proseguimento, per la gente che ci lavora, per quanti collaborano e per
quanti ci leggono.

E speriamo torni il sole.
Questo è ciò che desidero e, mi auguro, vogliano tutti.

Con amicizia,
Alberto Bregani
Founder WMT