Negozi di quartiere online

16/04/2016

Un incrocio fra Facebook per small business e Nextdoor per i negozi, Townsquared (https://townsquared.com/) ha appena ricevuto 5,26M di dollari di finanziamento da August Capital e Floodgate. L'idea sembra interessante, mettere in collegamento tutti i negozi che sono vicini fisicamente, una sorta di associazione di quartiere come stanno nascendo anche a Milano, ad esempio AscoBaires (per i commercianti di Corso Buenos Aires) o AscoLambrate (per la zona di Lambrate) gestite da Confcommercio. I vantaggi per chi si iscrive sono innanzitutto la condivisione di risorse come bravi commercialisti in zona, aziende di pulizia, societa' di marketing e comunicazione, ma anche informazioni piu' generali su furti nel quartiere o occasioni di comunicazione congiunta per i clienti. Una community reale che utilizza uno strumento online per tenersi aggiornata e in contatto con altri, che forse e' piu' utile per citta' con zone ben definite o piccole a sufficienza per garantire che non ci siano solo grandi catene multinazionali meno interessate a queste logiche. Mi chiedo se esista la necessita' reale per un Townsquared in Italia...